i torni plurimandrino

Caratteristiche dei torni plurimandrino

Caratteristiche dei torni plurimandrino. Il tornio è una delle macchine utensili più antiche. E’ utilizzata per la lavorazione di un pezzo posto in rotazione. La lavorazione avviene per asportazione di truciolo, la cosiddetta tornitura. Una delle sue peculiarità è stata quella di sapersi rinnovare seguendo l’evoluzione del tempo e delle moderne tecnologie.

I torni plurimandrino sono macchine utensili recenti vista anche la giovane età di sviluppo dei CNC. 

Caratteristiche dei torni plurimandrino

Le macchine utensili odierne devono adattarsi a un mercato che richiede grande flessibilità e versatilità quindi devono essere in grado di riconfigurarsi molto velocemente.

I primi torni plurimandrino erano a camme, richiedevano elevati tempi di set up che riusciva ad essere ammortizzato grazie a due elementi, la bravura dell’operatore e il fatto di lavorare su grandi numeri andando ad incrementare la produttività.

Oggi l’utilizzo dei torni plurimandrino a camme è circoscritto a particolari applicazioni caratterizzate da grandi numeri. Grazie all’avvento della moderna elettronica, si sono evoluti, permettendo una riduzione dei tempi di set up e riuscendo a soddisfare la produzione di prodotti sempre diversi con lotti piccoli. 


I moderni torni plurimandrino

I moderni torni plurimandrino CNC in grado di lavorare quasi ogni materiale, raggiungendo

  • Qualità del prodotto finito
  • Elevata produttività 
  • Flessibilità
Caratteristiche dei torni plurimandrino

Oggi le macchine utensili devono possedere alcune caratteristiche fondamentali

  • eseguire più lavorazioni
  • garantire tempi pezzo minimi
  • efficienza
  • tempi di attrezzaggio ridotti
  • ottime performance  in termini di truciolatura che di precisione

In alcuni settori come quello dell’orologeria oppure quella medicale deve essere garantita la qualità finale del prodotto vista l’estrema precisione di questi due settori. 

I costruttori sono in grado di proporre soluzioni differenti, in grado di produrre pezzi anche ad alta complessità, gestendo fino a 65 assi CN.

Nei torni plurimandrino la testa motrice alloggia più mandrini ( possono variare da 2 a 12), che possono ruotare anche a diverse velocità. 

I mandrini principali possono arrivare ad 8 e possono esserci 2 mandrini di ripresa. Tra i centri di tornitura plurimandrino, particolarmente interessanti sono le macchine verticali che hanno la capacità di lavorare pezzi da ripresa in grande serie. 

I moderni torni plurimandrino sono macchine compatte, che possono essere variamente attrezzate, come per il caso del carico/scarico robotizzato che può premettere la lavorazione non presidiata.

Monomandrino o plurimandrino?

La scelta tra il monomandrino o il plurimandrino è determinata dalla tipologia del pezzo da lavorare. Successivamente la scelta si è spostata sulle macchine transfer.

Nelle lavorazioni plurimandrino la barra, in rotazione, è lavorata da utensili fissi, lavorazioni differenti in stazioni differenti. Nel caso del transfer invece la barra è statica, è tagliata a misura e successivamente lavorata da unità di tornitura CNC. Allora qual’è la strategia migliore da utilizzare? Non c’è una risposta giusta, dipende dalla quantità di pezzi da produrre e dalla dimensione del lotto.

Quando la geometria del pezzo da lavorare richiede lavorazioni di tornitura, esterna e/o interna, la scelta più giusta potrebbe essere il plurimandrino.

Quando la morfologia del pezzo richiede un taglio in spezzoni e lavorazioni prevalenti con utensile rotante, il transfer potrebbe essere decisamente più adatto.

Se ti è piaciuto questo approfondimento sulle Caratteristiche dei torni plurimandrino visita la nostra sezione Approfondimenti

Sei interessato all’acquisto di un tornio? Visita il sito Industrialbuyer, il nostro sito on line che si occupa di vendita di macchine utensili usate!

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *